LA SORTE DEL LAVORO ACCESSORIO E DEI VOUCHER

NEWS

Il 17 Marzo 2017 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.64 il Decreto n.25 del 17 Marzo 2017 che ha abrogato il lavoro accessorio e i voucher (ovvero gli artt.48,49 e 50 del Dlgs 81/2015 ).

Tale abrogazione ha generato un caos in quanto i voucher acquistati entro il 17 Marzo 2017 potranno essere usati fino al 31 Dicembre 2017, successivamente i buoni saranno inutilizzabili.
Tutto questo comporterà la necessità di nuovi inquadramenti ovvero i vecchi lavori accessori dovranno essere inquadrati come lavoro intermittente, somministrazione ecc. a secondo delle specifiche esigenze ed età.

Si prevede che tutta questa confusione e la poca chiarezza comporteranno un aumento del lavoro nero e le conseguenze dovute alle scelte del Governo le pagheranno datori e lavoratori.

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro , attraverso l’emanazione della nota prot.2558 del 21 Marzo 2017, ha chiarito che l’uso dei voucher nel periodo transitorio, ovvero fino al 31 Dicembre 2017, dovrà essere effettuato secondo le norme vigenti in materia di lavoro accessorio previste dal Jobs Act , ovvero con comunicazione preventiva obbligatoria, limiti di retribuzione e prestazioni che possono essere retribuite mediante voucher.

Leggi anche :

(Cit: Ipsoa, Il Sole 24 ore; Gazzetta Ufficiale)

No Responses

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi